Sono nato nel 1956, a Foggia e questo credo basti, devo aggiungere che mi considero un uomo molto fortunato, certo ci sono alternanze di su e giù come per tutti ma non posso in tutta franchezza considerarmi parte della larga fetta di popolazione di questa terra che soffre.
Di me parlano queste foto e le scarne parole che le circondano. Sono tutte rappresentazioni di appunti, schizzi, giochi e lavori con questo strumento singolare che è la macchina fotografica. Fotografo da molti anni, ma sono ancora apprendista. Scatto poco o molto e spesso nella mia testa lavoro ancora in diapositiva e in bianco e nero. Considero le mie come foto ricordo... documentazioni, appunti, niente di più.
Fotografo quello che vedo, come lo vedo. E dalle mie foto si può leggere come un libro aperto quello che sono, mi si può conoscere.

Non sono un artista... al massimo un artigiano, e nemmeno tanto bravo.
Viaggio più che posso, da sempre. Mi piace agire con le persone, ma il mio "sogno nel cassetto", fotograficamente parlando, è osservare un Mondo senza di noi...

Non ho altro da aggiungere, di me, parleranno le foto, e se non piace quel che dicono, beh, va bene così... In ogni caso, quello sono io.

Quello che viene fuori potrà essere più o meno bello, più o meno significativo ma sempre rappresenta qualcosa, sempre ricorda qualcuno, sempre riporta ad altro, in un gioco di rimandi che non può esaurirsi MAI, perché la foto più bella è quella non fatta.

Il solo vero viaggio, il solo bagno di giovinezza, non sarebbe quello di andare verso nuovi paesaggi, ma di avere occhi diversi, di vedere l'universo con gli occhi di un altro, di cento altri, di vedere i cento universi che ciascuno di essi vede, che ciascuno di essi è ...
(Marcel Proust)

email

info@gennarociavarella.comprivacy

address

via Urbano 53 - 71121 Foggia

social

me on Facebook

loading